Tirocinio formativo

Oltre la soglia

La conclusione del percorso universitario prefigura una sfumata linea di confine tra epilogo e principio, soglia di un nuovo processo volto al consolidamento professionale sul campo. Un tempo del passaggio, colorato di aspettative, orizzonti decisionali e sovente di incertezza. Il Programma di Psicologia Clinica annovera un’esperienza trentennale nella formazione rivolta alle nuove generazioni dei professionisti della salute, in un’ottica transdisciplinare.

Il riconoscimento della legge 1/2018 n°3 convalida una sostanziale importanza alla formazione clinica in ambito sanitario; in questo senso il Programma di Psicologia Clinica rappresenta un contesto d’elezione, per la sua duplice presenza nell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e nel Dipartimento di Neuroscienze del medesimo ateneo.

Costruire l'esperienza

Aspetto centrale della nostra attività di formazione è la partecipazione alle diverse fasi della cura dei pazienti che si rivolgono al Servizio di Psicologia Clinica. I tirocinanti sono coinvolti attivamente nella valutazione clinica attraverso lo step di prima accoglienza, l’osservazione dei colloqui, la somministrazione di questionari.  

A tale scopo sono dedicati spazi di confronto e supervisione clinica con il personale clinico del Servizio, anche attraverso aggiornamenti teorici e pratici.

 

Il richiamo della scoperta

Momento fondamentale del tirocinio formativo è l’attività di ricerca scientifica. che ha come fine il consolidamento sul campo di quanto appreso durante il proprio percorso universitario, con l’alternanza di acquisizioni teoriche e sperimentazioni cliniche.

Inoltre, è prevista la partecipazione a iniziative scientifiche nazionali ed internazionali, prima fra tutte la Settimana Internazionale della Ricerca, da sempre momento di confronto tra noti studiosi e giovani ricercatori sui temi salienti del nostro tempo.

Come accedere?

Per procedere con la domanda di tirocinio è necessario inviare una mail all’indirizzo istituzionale, per verificare la disponibilità di un tutor tra i dirigenti psicologi, deputati alla stipula del progetto formativo. È opportuno inoltre allegare alla mail un curriculum vitae. Accolta l’eventuale disponibilità di un tutor, il/la candidato/a riceverà le istruzioni per procedere alla compilazione del progetto formativo secondo i moduli disposti dall’ateneo di provenienza. Per la natura delle attività clinico-scientifiche e la continuità dell’esperienza, verranno accolte esclusivamente le domande che prevedono un impegno contrattuale di un anno continuativo.  

Il team

Laura Bocchetti

Alessia Molinari

Oriana D’Anna

Maria Rosaria Del Prete

Federica Cafaggi

Rosalba D’Avino

Marcella De Lillo

Carmen Boglione

La spinta in avanti del nostro pensiero attraverso le sue frange è la peculiarità perenne della sua vita. Noi siamo coscienti di questa vita come di qualcosa che è sempre lontano dall’equilibrio, qualcosa in transizione, qualcosa che sorge dall’oscurità e attraverso un albeggiare muove a un meriggio che sentiamo come la piena realizzazione dell’alba.

William James